Successo grandioso per i Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore

Da tutta Italia per scoprire i 210 espositori di qualità.

Un successo che cresce anno dopo anno, edizione dopo edizione, raccogliendo consenso da parte di pubblico ed espositori: è l’ennesimo bilancio eccezionale per il borgo Bandiera Arancione di Santa Maria Maggiore, che fa dei suoi grandi eventi un biglietto da visita di portata ormai nazionale.

Decine di migliaia i visitatori che sono giunti da ogni angolo d’Italia e hanno scelto anche quest’anno di visitare la 19esima edizione dei Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore: nessun particolare disagio, a parte lunghe code in alcune fasce orarie, smaltite anche grazie alla navetta della Ferrovia

Vigezzina che, con partenza da Druogno, ha permesso di trasportare più di 6.500 passeggeri (oltre 15.000 i passeggeri complessivi nei tre giorni sull’intera linea).

Magica l’anteprima del 7 dicembre e apprezzatissimi dal pubblico gli espositori, selezionati con unlungo lavoro curato da Comune e Pro Loco nei mesi precedenti. I commenti sui social, le tante e-mail e i riscontri immediati dei visitatori presso gli info point allestiti non lasciano dubbi: un coro unanime di apprezzamenti per ogni aspetto legato all’evento, entrato ormai nel circuito dei più blasonati mercatini natalizi italiani.

Nelle parole del Sindaco Claudio Cottini e della Presidente della Pro Loco, Michela Prelli, un bilancio della manifestazione, che nel 2018 taglierà il traguardo importante delle venti edizioni.

“Santa Maria Maggiore ha allestito un evento di grande portata in questi tre giorni – conferma il Sindaco del capoluogo vigezzino, Claudio Cottini – migliaia e migliaia le persone provenienti da tutta Italia e dall’estero, che hanno apprezzato l’atmosfera tipicamente alpina del nostro centro storico di rara bellezza, arricchito da 200 espositori di qualità e raffinatezza e da prodotti enogastronomici del territorio di assoluto valore ospitati nei nuovi chalet. Il tutto riscaldato dagli amatissimi tronchi d’abete, dai suoni caratteristici di zampogne, fisarmoniche, bandelle e corni delle alpi, con punti di ristoro in sede fissa o temporanea che hanno ben risposto alle richieste dei visitatori.

Gestita ottimamente la viabilità e il trasporto pubblico, la sola Ferrovia Vigezzina-Centovalli ha trasportato il numero record di oltre 15.000 passeggeri nei tre giorni (numero complessivo tra navetta da Druogno, treni da Domodossola e Locarno) e 70 bus hanno raggiunto l’evento.

Grandiosa l’apertura di giovedì 7 dicembre con l’accensione dell’albero di Natale addobbato dai ragazzi delle nostre scuole e la maestria e dolcezza degli artisti sui trampoli della Compagnia Teatrale Accademia Creativa di Città di Castello. Le proiezioni luminose sugli edifici storici del centro cittadino hanno arricchito ulteriormente un’ambientazione già magica.

Poche e valorose persone meritano tutta la mia considerazione per l’impegno dimostrato nella loro passione per il volontariato. Le forze dell’ordine, i gruppi di soccorso, i Vigili di altri Comuni della Val Vigezzo, un sentito grazie ai nostri dipendenti comunali, disponibili e capaci, alla Pro Loco e all’Assessore Sandra Garavaglia, vero punto di riferimento dell’intero evento. Ancora una volta si è dimostrato come anche le località ossolane possano competere con luoghi maggiormente conosciuti per questo tipo di eventi, contribuendo ad un accrescimento della propria immagine e mettendo in moto un’economia in grado di produrre ricadute economiche non indifferenti, sempre mantenendo alta la qualità e il rispetto delle tradizioni più autentiche”.

“Non posso che ringraziare di cuore tutto il direttivo della Pro Loco di Santa Maria Maggiore, Crana e Buttogno e i volontari – conclude la Presidente Michela Prelli – per la pazienza, disponibilità e per le tante energie e il tempo messo a disposizione per questo grande evento