Museo dell’Arte della Tornitura del Legno

Pettenasco
Il Museo, collocato in un’antica torneria sulla Roggia Molinara, raccoglie una pregevole mostra di attrezzi, utensili, macchinari e oggetti provenienti da vecchie “fabbriche” e laboratori artigianali locali. Proprio la produzione di oggetti di legno tornito è stata una caratteristica dell’artigianato cusiano fino agli anni Cinquanta del Novecento e ancora oggi a Pettenasco alcune ditte propongono prodotti che derivano da tale tradizione.
Pettenasco esistevano nel ‘700 ben 5 mulini ad acqua alimentati dalla Roggia Molinara, derivata dal torrente Pescone.
La fine dell’uso di questi mulini per la macinazione permise di sfruttare la forza energetica a carattere idraulico per la lavorazione del legno. Nella seconda metà dell’’800 i mulini furono trasformati in “fabbriche” nelle quali, grazie alla forza idraulica, iniziò l’attività di tornitura del legno. Ancora nel 1922 erano attive sei fabbriche, a testimonianza di un’attività tradizionale forte, proseguita fino agli anni ’70 del Novecento. L’energia idraulica lascerà poi spazio a quella elettrica e alla produzione di nuovi oggetti come giocattoli, manichini, mobili. Purtroppo, con l’avanzare degli anni e con lo sviluppo di nuovi sistemi industriali e commerciali, si è assistito alla scomparsa progressiva delle varie realtà del settore.
Il Museo dell’Arte della Tornitura del Legno si trova in una di queste fabbriche. Al suo interno vi sono alcune sale dedicate agli oggetti torniti con pezzi che risalgono agli inizi del Novecento e oggetti di lavorazione più recente. Una suggestiva sezione è stata ricavata dal laboratorio artigianale del tornitore, dove ancora si possono ammirare gli attrezzi e i macchinari originali per tornire il legno.
Museo Lago Maggiore
Orari di apertura luglio e agosto 14.00 – 19.00; in altri periodi su prenotazione.
Ingresso gratuito  
 
Ulteriori informazioni
Museo dell’Arte della Tornitura del Legno
Via Vittorio Veneto
Tel. +39 0322 89622
Articolo successivoRead more articles